AD SYSTEMS DEPOSIT RATER DR10 THERMAL OXYDATION STABILITY OF TUBINES FUELS

ASTM D3241 - IP 323 - ISO 6249 Aviation Turbine Fuel - Standard Specification ASTM D1655 and Def Stan 91-91

 

Marca: AD SYSTEMS
Prodotto: DEPOSIT RATER DR10 THERMAL OXYDATION STABILITY OF TUBINES FUELS

Descrizione:

Il Jet Fuel Thermal Oxidation Test (JFTOT) è utilizzato per misurare la stabilità ad alta temperatura dei combustibili per turbine avio. Il test deve essere eseguito su ogni lotto di carburante prodotto, secondo le norme ASTM D1655 e DEF STAN 91-91. In questo metodo di prova, il carburante viene pompato attraverso il tubo di riscaldamento ad una portata fissa e per un periodo di tempo specificato. Il carburante viene accettato o rigettato in funzione della quantità di deposito lasciato sul tubo di prova. Tradizionalmente, la quantità di deposito sul tubo viene valutato visivamente confrontandolo con una scala di colori di riferimento. La valutazione corretta richiede una significativa esperienza e competenza; tuttavia può essere molto soggettiva.

La AD Systems ha sviluppato un nuovo metodo strumentale per la determinazione quantitativa dei depositi lasciati sul tubo di prova: lo spessore del deposito viene accuratamente determinata eliminando la soggettività test.

Il DR10 utilizza la tecnica dell'interferometria, questo consente di determinare lo spessore del depositi anche di pochi nanometri.
Strumento stand-alone compatto può essere installato facilmente in qualsiasi luogo.
Il funzionamento si basa su una potente fonte luminosa, uno spettrometro con una sonda a fibre ottiche ed un software appositamente progettato.

L'uso del DR10 è semplice ed intuitivo. Il campione di prova viene preparato secondo il metodo ASTM D3241 quindi viene quindi collocato nella camera di analisi del DR10.
Utilizzando un'interfaccia grafica con pannello touch screen, l'operatore inserisce le informazioni relative al campione ed avvia una scansione del tubo.
Un raggio di caratteristiche opportune investe la superficie del campione, la luce riflessa viene analizzata e l'interferenza creata dal deposito viene monitorata dallo spettrometro. Il software analizza i dati rilevati e calcola lo spessore deposito.
Il sistema meccanico sposta la sonda ottica e ruota il campione consentendo di monitorare l?intera superficie del campione in più di 1200 punti.
Il rapporto dettagliato del test è ultimato in meno di 15 minuti.
Maggiori informazioni

Gallery: